vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

Il servizio di assistenza sanitaria per gli studenti fuori sede di Bologna

Offerto gratuitamente e senza necessità di rinunciare al medico nella propria città di origine, il servizio garantisce assistenza sanitaria diretta e, in caso di sospetta positività al virus SARS-CoV-2, la possibilità di una segnalazione al Servizio di Igiene Pubblica o dell'attivazione delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA)

Grazie ad un accordo stipulato dal CUSB (Centro Universitario Sportivo Bolognese) con la Fondazione ANT e l’Azienda USL Bologna, da oggi gli studenti fuori sede che si trovano a Bologna potranno accedere gratuitamente all'assistenza sanitaria di base senza rinunciare al medico nella propria città di origine. Il servizio ha ricevuto l’importante contributo di ER.GO (Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori dell'Emilia Romagna), Fondazione Rusconi e Unipol Gruppo.

 

Assistenza diretta dei Medici dell’ANT:

  • Chi può partecipare: gli studenti fuori sede iscritti all'Università di Bologna (senza rinunciare al medico nella propria città di origine)
  • Come funziona: gli studenti possono chiamare il numero +393407819625 della Fondazione ANT, indicando la propria necessità medica e un contatto telefonico. Saranno quindi richiamati dal Medico ANT che farà un triage telefonico
  • Quando è attivo il servizio: dal lunedì al venerdì - dalle 9.00 alle 16.00


In caso di sospetta infezione da SARS-CoV-2, il medico segnalerà il caso al Servizio di Igiene Pubblica dell’ASL di Bologna e provvederà all’invio alle Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA). Per altre problematiche, il medico valuterà l’opportunità di una visita ambulatoriale o, a seconda delle necessità, la prescrizione di farmaci, di esami strumentali, di visite specialistiche. Le visite ambulatoriali saranno effettuate presso l’Ambulatorio della Fondazione ANT a Bologna, in via Jacopo di Paolo 36, in base all’appuntamento che verrà dato dal medico.

Per gli studenti internazionali: il servizio garantisce la possibilità di una segnalazione al Servizio di Igiene Pubblica o dell'attivazione delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA) in caso di sospetta positività al virus SARS-CoV-2.

La possibilità di accedere gratuitamente all’assistenza sanitaria di base da parte degli studenti fuori sede era già attiva nei Campus romagnoli grazie ad un accordo con i Medici di Medicina Generale dell'Azienda USL Romagna. Per maggiori informazioni, è possibile consultare i Portali dei Campus.

Seguici su: